Archivio degli articoli con tag: Udaipur

I vetri colorati fanno tanta allegria. Questi sono di una antica haveli a Udaipur. Non hanno niente a che fare con il natale, ma mi ispirano in questo periodo!!!!

Vetri colorati ad Udaiput

Vetri colorati ad Udaiput

 

Ecco, in questi ultimi giorni dell’anno, mi sembra di esser diventato Figaro. Dovrebbero esser giorni di calma, invece corro all’impazzata di qui e di là dietro alle più diverse incombenze dell’ufficio. Neppure un attimo di requie per pangiare un panino. Ecco perché si ingrassa e la pressione  e l’ansia aumentano. Anche la toilette mattutina ne risente: per farsi la barba neppure tre minuti mi sono concessi. I pessimi risultati sono evidenti.

Come mi piacerebbe sedermi con calma sulla sedia di un barbiere, farmi insaponare il viso, farsi radere chiacchierando del più e del meno, farsi asciugare e, poi, risentire la fatidica frase “Ragazzo, spazzola!!!” che segna la fine della piacevole pausa. Magari qui, ad Udaipur:

il figaro di Udaipur

il figaro di Udaipur

Eravamo ad Udaipur, attraversiamo un ponte su una strettoia del lago Pichola. Sul lato un suonatore di Sitar ci incanta con la sua struggente melodia. Ha il turbante, i mustacchi. Insieme con la moglie vende orecchini, collanine e i CD della sua musica. Ma è anche un padre. E il suo piccolo dorme al suo fianco, protetta con un ombrello dai cocenti raggi del sole.

Qualcosa in più su questo splendido Paese, cliccando qui.

sitar player

sitar player

Un po’ di foto sul Rajasthan fresche fresche, di un mese fa

http://www.sergioferraiolo.it/fotografie/Rajasthan%202013/index.html

Bello! ve lo consiglio

io

io

Più volte ho inserito in questo blog articoli e foto sull’opportunità o meno di modificare le foto. Da una parte i puristi che apprezzano le immagini originali non modificate come tributo alla realtà. Dall’altra i fautori del miglioramento dell’immagine come tributo all’estetica e come avvicinamento dell’immagine all’emzione provata al momento dello scatto.

Ma non è solo questo. Nelle foto “di strada” nella quali il cogliere l’attimo è fondamentale, non sempre si riesce a regolare la fotocamera come si dovrebbe. E, allora, la tecnologia viene in aiuto.

Osservate la fotto qui sotto: è sovraesposta, sbiadita, senza contrasto. Il soggetto non si stacca dal contesto. Una foto banale, insomma. Eppure era un bel momento da riprendere, con la donna in sari checon la corta scopa di saggina puliva dalla polvere il luogo ove si apprestava a vendere la merce.

originale

originale

Per rendere quello che ho provato al momento dello scatto si rende necessario intervenre con qualche ritocco sui colori, sul contrasto, sullo sfondo.

Qui sotto il risultato. Che ne pensate?

modificata

modificata

Con la scopa di saggina…..

Con la scopa di saggina....

Con la scopa di saggina….

Traveholics

Vagabonder's wanderings

KING SPEAK

Thinking aloud

B as Blonde

Fashion enthusiast,Music addicted,tireless Traveler,Arts lover

Steve McCurry's Blog

Steve's body of work spans conflicts, vanishing cultures, ancient traditions and contemporary culture alike - yet always retains the human element. www.stevemccurry.com

FarOVale

Hearts on Earth

vernicerossa

Just another WordPress.com site

sergioferraiolo

Uno sguardo sul mondo

photohonua

constantly trying to capture reality

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Occhi da orientale

sono occhi d'ambra lucida tra palpebre di viole, sguardo limpido di aprile come quando esce il sole

Stefy71's Blog

Just another WordPress.com weblog

ARTFreelance

Photo the day

simonaforte.wordpress.com/

Simona Forte photographer

Edoardo Gobattoni photographer

artistic photography

ALESSANDRA BARSOTTI - FOTOGRAFIE

L'essentiel est invisible pour les yeux

TIRIORDINO

Uno sguardo sul mondo

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: